Rebel Rebel: concorso in omaggio a Bowie

Un concorso per band e solisti “bowiani” nell’ambito del festival Gender Bender promosso dal Cassero di Bologna.

Sei un cantante? Un musicista? Sei semplicemente un fan di David Bowie?

rebel rebel concorsoSono aperte le iscrizioni gratuite per partecipare al contest “Rebel Rebel” inserito nel Gender Bender Festival e in occasione della mostra “David Bowie is” allestita al MAMbo di Bologna. E’ aperto a tutti, ed è gratuito. Basta iscriversi entro il 25 settembre attraverso il bando preposto. La serata live si terrà il 30 ottobre alle ore  21 al club Cassero di Bologna. Al vincitore andranno 800 euro.

Il festival di cultura LGBTQ propone un tributo a David Bowie, promuovendo un contest per band musicali e soliti, invitate a eseguire dal vivo una cover a scelta tra le sue canzoni.

Le band selezionate verranno chiamate a Bologna per sfidarsi in una serata speciale, parte della 14° edizione del festival. A valutarle sarà un’apposita giuria, sia dal punto di vista musicale che per l’invenzione e l’interpretazione performativa, secondo lo stile spettacolare del Duca Bianco.

Perchè David Bowie?

rebel rebel concorsoDavid Bowie è certamente una delle figure artistiche più celebrate della storia della musica e senz’ombra di dubbio è stato uno tra i primi musicisti ad assumere come manifesto della propria rivoluzione artistica la questione sul genere e orientamento sessuale. Lo ha fatto attraverso un’infinita galleria di personaggi che interpretavano e rappresentavano la complessità e meraviglia di ogni essere umano. Il risultato è che tante persone hanno acquisito grande consapevolezza sulla loro identità, sessuale o meno, che improvvisamente si trasforma in una scelta individuale indipendentemente dalla propria natura biologica. Bowie ha contribuito a mostrare le infinite possibilità di manifestare se stessi con orgoglio, pazzia e senza paura alcuna. Questo uno dei motivi per cui è considerata un’icona LGBTQ. Rebel Rebel vuole essere un omaggio a Bowie che si affianca alla mostra a lui dedicata dal MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna.

Cosa è Gender Bender?

Gender Bender è il festival internazionale che presenta ogni anno gli immaginari prodotti dalla cultura contemporanea legati alle rappresentazioni del corpo e alle identità di genere e di orientamento sessuale. Presenta ogni anno spettacoli di danza e teatro, proiezioni cinematografiche, mostre e installazioni di arti visive, incontri e convegni letterari, concerti e party. Gender Bender è promosso da Il Cassero, gay lesbian center di Bologna.

Iscrizione REBEL REBEL

La scheda ufficiale di iscrizione va compilata online entro il 25 settembre 2016: clicca il link sottostante per compilare il modulo.

Modulo di iscrizione

La partecipazione al bando e l’ammissione al festival sono gratuite. Il giudizio della giuria è inappellabile.

Per candidarsi occorre inviare un file audio e possibilmente un video (anche amatoriale) dell’esecuzione del brano scelto. I video e file audio richiesti per l’ammissione verranno valutati dall’organizzazione a solo scopo documentativo e di selezione e mai verranno diffusi o pubblicati su nessun canale del festival.

Gender Bender mette a disposizione dei partecipanti che verranno selezionati:
– rimborso costi viaggio;
– copertura ospitalità per la notte del 30 ottobre;
– copertura tecnica, service audio / luci / video, fonico, sound check nel pomeriggio del 30 ottobre (back line escluso);
– segnalazione dei vincitori sui canali web del festival.

Il premio

Un’apposita giuria assegnerà un premio unico e indivisibile pari a 800 euro alla migliore esibizione live.
Le performance live verranno votate sulla base dei seguenti parametri di valutazione:

• Originalità degli arrangiamenti e della nuova versione della cover
• Capacità di interpretazione della performance
• Inventiva per coreografie e costumi
• Energia liberata sul palco

Il sito del festival Gender Bender: link

Condividi Bowie
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Chi è VG Crew

VG Crew
La Crew di VG è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E'autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti di VG.

Guarda anche

VG eventi febbraio 2020 David Bowie tributo

David Bowie | Gli eventi di febbraio 2020

Ecco gli eventi tributo a David Bowie che si terranno in giro per l’ Italia …

1
Lascia un commento

avatar
500
1 Discussione
0 Repliche alla discussione
0 Followers
 
Commento con più reazioni
Commento più hot
1 Autori di commenti
Teresa Autori di commenti recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Teresa
Teresa

È vero, David ha mostrato con orgoglio e genio le varie possibilità dell’ essere umano. Mostrare se stessi senza paura, però non ha mai voluto essere una icona gay.