VG Linus rivista fumetti david bowie
Illustrazione di Grazia La Padula

Linus: un numero dedicato a David Bowie

Linus, la famosa rivista di fumetti e costume, dedica il primo numero di questo nuovo anno a David Bowie. Disponibile a gennaio in edicola, vede tra gli altri la partecipazione di Grazia La Padula, una Velvetgoldminer dai primi anni di vita del Fan Club che ci ha regalato per l’occasione l’illustrazione della testata di questo articolo. Ecco la recensione di Filippo Conte, esperto di fumettologia e ovviamente grande fan di Bowie.

Copertina Linus rivista fumetti David Bowie Gennaio 2020Possiamo dire che il mese di Gennaio sia ormai dedicato a David Bowie. Tra le numerose celebrazioni, anche la storica Linus, “rivista di fumetti e altro”, dedica il suo primo numero dell’anno a “l’uomo che venne dalle stelle”, come riportato nella bellissima copertina di Todd Alcott, l’illustratore che ha trasformato le canzoni del Duca Bianco in evocative quanto affascinanti copertine di romanzi pulp.

L’introduzione di Igort, fumettista celeberrimo nonché direttore editoriale della rinnovata testata, sintetizza in maniera perfetta cosa abbia rappresentato Bowie per il mondo e quanto sia difficile definirlo, se non nell’idea del cangiante perpetuo, come lo stesso artista sardo suggerisce: è in quest’ottica che si può intendere il suo apporto che, travalicando i confini della musica, ha saputo aprirsi a tutte le influenze dell’immaginario, dal cinema al teatro, fino anche ai fumetti. Linus appare quindi come una piattaforma perfetta per riuscire a comprenderne e contenere la sua fenomenologia.

Illustrazione La Tram Linus rivista fumetti David Bowie
Illustrazione di La Tram per Linus

Le 24 pagine dedicate cercano di celebrare ognuna di questa sfaccettature, affidandosi a nomi di eccezione per raccontarne il mito, nonché a fumettisti ed illustratori per la parte visiva. Il risultato finale è sicuramente intenso e di rilievo, con picchi assoluti come la testimonianza di Fernanda Pivano, ripresa dal suo contributo del 1995 come introduzione a 1.Outside; ma forse sembra non corrispondere pienamente alle premesse dettate dall’editoriale di Igort.

Analizzando più nel dettaglio, emerge sicuramente un’appassionata celebrazione, come le parole di Miro Sassolini, storica voce della new wave italiana, o i fumetti di Lorenzo Mò, Grazia La Padula o Josephine Yole Signorelli (alias Fumettibrutti), tre giovani autori che si sono affermati negli ultimi anni. Il tutto a comporre un quadro generale che risulta incompleto rispetto alle aspettative. È certamente arduo riuscire a illustrare il concetto di Bowie o a fornire nuovi punti di

Ukiyo_e Project - Immagine di Ishikawa Masumi Linus rivista fumetti David Bowie
Ukiyo_e Project – Immagine di Ishikawa Masumi

vista (in questo senso è molto gustoso l’approfondimento del bravo Adriano Ercolani sul rapporto con il Giappone), ma probabilmente, consci anche del valore e delle possibilità di Linus, ci saremmo aspettati

qualcosa in più. Magari un po’ più spazio ai fumetti, con qualche nome “grande” della scuderia Oblomov (magari lo stesso Igort) ad affiancare i 3 citati, e sicuramente almeno un riferimento in più dal punto di vista del Cinema o delle uscite musicali, considerate le rubriche dedicate, presenti ogni mese nella rivista.

Inoltre sarebbe stato congeniale che la rivista faro dei fumetti d’Italia, almeno menzionasse Michael Allred, fumettista statunitense che in più lavori ha reso centrale l’ispirazione bowiana (Madman, ma anche il bellissimo Red Rocket 7) e che ha realizzato, di imminente uscita anche in Italia proprio in questi giorni di celebrazione, l’opera definitiva dedicata alla vita e alle imprese del nostro Starman.

In definitiva ci è sembrato che, pur con alcune tracce veramente apprezzabili, questo numero tributo sia riuscito solo in parte, proprio perché consapevoli delle potenzialità non pienamente messe a frutto.

Filippo Conte
Condividi Bowie
  • 572
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Chi è VG Crew

VG Crew
La Crew di VG è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E'autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti di VG.

Guarda anche

David Bowie changesnowbowie digitale aprile

CHANGESNOWBOWIE in digitale il 17 aprile

Sarà resa disponibile in anticipo in streaming, già dal 17 Aprile, la nuova raccolta di …

Iscriviti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments