Alcatraz: i commenti dei Velvetgoldminers

ENCHANTE’ !! WE LOVE YOU.. ALWAYS!
DAVID HAI INCANTATO MILANO!!

LIFE ON MARS \ THURSDAY’S CHILD \ ASHES TO ASHES \ SURVIVE \ CANT HELP THINKING ‘BOUT ME \ CHINA GIRL \ ALWAYS CRASHING IN THE SAME CAR \ SOMETHING IN THE AIR \ DRIVE-IN SATURDAY \ STAY \ SEVEN \ CHANGES \ REBEL REBEL bis CRACKED ACTOR \ REPETITION \ PRETTY THINGS ARE GOING TO HELL \ I’M AFRAID OF AMERICANS
Lo show è iniziato puntualissimo alle 21.00, dopo una giornata di grande attesa e piena di disguidi di carattere organizzativo. David, nonostante un bel raffreddore, ha dato il meglio di sè stesso in uno show molto piu’ tirato e potente rispetto a quello di Vienna e, secondo altri testimoni, con un risultato di livello superiore rispetto a quello di New York e di Londra; a questo ha contribuito senza dubbio un audience che ha mostrato immensa partecipazione, cantando quasi tutti i brani (David ha apprezzato molto:-))). Dalla scaletta è stata cancellata all’ultimo momento WORD ON A WINGLIFE ON MARS l’ha praticamente cantata il pubblico insieme a David, ma splendide sono risultate anche le esecuzioni di tutti i brani; drammatica SOMETHING IN THE AIR, incantevole e tirata STAY, trascinante CHANGES e alla fine I’M AFRAID OF AMERICANS ha letteralmente massacrato le prime file, mentre Bowie mimava sul palcoscenico un San Sebastiano martirizzato che si toglieva le frecce dal corpo. Bowie in grande forma, una voce ineguagliabile, divertito soprattutto dalla grande partecipazione; tra l’altro ha ricordato (con nostra grande sorpresa) il nostro incontro al Cafe’ Tabac della sera precedente. La band straordinaria come al solito… ci vediamo tutti a Copenhagen…. thank you very much, bye bye we love you…I’ve danced with you too long. (VELVET GOLDMINE 5\12\99)

 

GRAZIA (di Bologna)

Finalmente è sabato 4 dicembre, arrivo a Milano alle 10 ed è subito un tripudio di baci e abbracci con gli amici che incontro quasi solo in queste occasioni.
Prima di mezzogiorno io e Stefano decidiamo di andare a prendere un tè al Four
Season…lì troviamo anche Lydia e Marcello che hanno avuto la stessa idea… in albergo tutto è apparentemente tranquillo…non possiamo sapere che al piano inferiore Lui sta tenendo una conferenza stampa… ma Stefano deve andare in bagno e i bagni sono proprio giù, capisce al volo e ci chiama… appena in tempo, vediamo i giornalisti che salutano e se ne vanno e all’improvviso appare David, con a fianco la Coco e una guardia del corpo che ci fa cenno di non fiatare, ci passa davanti e ci sorride amabilmente e noi già in estasi lo vediamo scomparire dietro un angolo. E’ solo un attimo, ma è il preludio di una grande giornata!
Torniamo soddisfatti davanti all’Alcatraz e il pomeriggio passa tra i saluti di chi arriva, il freddo e la calca. E’ il momento, sono le 21,15 circa quando Garson attacca con Life on Mars, lui esce meraviglioso più di sempre ed è troppo divertito di sentire tutto il pubblico cantare con lui e anche se gli abbiamo rovinato la canzone si è creato un feeling incredibile che durerà tutto
il concerto, tra l’altro splendido, caldissimo (in tutti i sensi) coronato da una finale strepitoso con le mie amatissime Cracked ActorRepetition e I’m Afraid of Americans (che mi ha fatto riprovare le emozioni dell’Earthing tour), bellissima interpretazione di Changes e poi di Survive e di Always Crashing…di China Girl (ho iniziato ad amarla proprio in questa versione) di Stay… Momento magico…quando chiede di c’era ieri sera al party del fanclub! E’ informatissimo, non gli sfugge nulla!!! Ho addirittura l’impressione che mentre canta e ci guarda controlli il movimento delle nostre labbra per vedere se conosciamo bene le parole (probabilmente è un mio delirio).
A fine concerto siamo tutti felicissimi, Lui ci sa veramente trasmettere una grande gioia, ha dato il massimo, considerando che è raffreddato ed ha dovuto ricorrere un paio di volte alla maschera dell’areosol.

Grazie David, mi hai regalato un’altra giornata da mettere insieme ai ricordi più belli della mia vita.

ELLY 

Sono ancora emozionata per lo splendido concerto di sabato sera. Era il mio secondo appuntamento live con il Duca, ma è stato più bello della prima volta. Niente scenografie postmoderne, niente trucchi: solo Lui e la Sua splendida musica.
A me è sembrato anche un po’ emozionato all’inizio. Ero in seconda fila (grazie a Valeria e a Stefano!!) e per tutto il tempo del concerto era come se esistesse solo Lui per me (anche se la folla che spingeva ogni tanto mi faceva tornare alla realtà). Sono felice di aver conosciuto tutti voi, spero di rivedervi presto per poter condividere ancora emozioni così intense.

ISABELLA 

…..Inutile dire che il concerto è stato STUPENDO!!! Avrei preferito che Life on Mars fosse cantata solo da lui per iprovare la stessa emozione del Net Aid (ascoltato rigorosamente a casa mia), ho vissuto questi ultimi giorni pensando quasi esclusivamente a questo, ma poi ho visto quanto era contento della nostra partecipazione che ho “perdonato” tutti quanti.
Drammatica Something in the Air, bollente Drive in Saturday e da terremoto Rebel Rebel, semplicemente fantastiche tutte le altre….

GRAZIA 

Come prima volta è stata eccezionale! Pur essendo stata in fila solo dalle 18.40 circa sono riuscita piano piano a guadagnare la SECONDA FILA!!! (e magari ero vicina a qualcuno di voi senza saperlo, ho “scoperto” solo detlef!). L’attesa è stata delle + snervanti che abbia mai patito in vita mia. Intendo l’attesa durante queste 3 settimane (sono stata TOTALMENTE immersa nel “Bowie world”, dal giorno della grande notizia non ho pensato a nient’altro,il mondo era come paralizzato,TUTTO x me tendeva a QUEL MAGICO momento! stavo MALE!!!), ma anche l’attesa nell’ Alcatraz: appena entrata la gamba mi tremava come un trapano elettrico(?!)e stavo scoppiando a piangere x la tensione accumulata (tanta, tanta, TANTA!), e x la paura di non riuscire ad arrivare + avanti. Quando lui finalmente è uscito cantando life on mars non oso dirvi come mi sono sentita (spero che nessuno abbia visto la mia faccia!).Il resto è stato ancora fantastico, sono stata felice che fosse allegro e sorridente (mi dite che cosa ha detto quando parlava?!), ma mentre cantava i’m afraid… non me l’aspettavo proprio che fosse l’ultima, l’ho visto andare via così ALL’IMPROVVISO!!! sigh, è finito tutto, ma nonostante la malinconia mi sento immensamente felice di averlo visto, felicissima!!! Riuscire ad immergermi nel suo sguardo incredibile(e non x finta, da una foto o dalla tv!) è stata una delle sensazioni più belle che abbia mai provato!

SALVATORE DADDI

Ragazzi, sono distrutto !!! Dopo una giornata in coda e con la frescura che ci teneva compagnia ,sono riuscito ad assaporare il torpore del mio letto, dopo pure una nottata all’ agghiaccio alla Stazione chiusa, alle 8 di questa mattina….. Ma ne è valsa la pena…….il concerto mi è piaciuto un sacco… David in forma, una scaletta dignitosa (avrei preferito Word on a wing al posto di china girl!) e la compagnia di tanti amici…..cosa si può volere di più!!!!! Un grosso loveonya a tutti!!!!

VIVIANA 

Ho da poco accompagnato Grazia al treno… l’atmosfera è un po’ quella di un risveglio da un bellissimo sogno, solo che questa volta tutto è successo davvero. Non mi sentivo così bene da… non mi ricordo da quanto, perché è troppo tempo… è stato bellissimo…..e poi finalmente LUI, la sua musica, la sua voce, la sua presenza lì, davanti a me, per la prima volta… il mio cuore, come batteva!!! E’ meraviglioso sentirsi così, so che nessuno meglio di voi potrebbe capire cosa vorrei riuscire ad esprimere, perché l’avete già vissuto prima… volevo dirvelo perché questa mia estasi psico-fisica è merito, oltre che della SUA presenza su questo mondo, vostro. Se non vi avessi trovato, ora non starei piangendo di felicità, ma di cupa disperazione.

RAFFAELLA PISANO 

….. ma sono contenta lo stesso per aver visto questo concerto e per averLo visto bene per la prima volta: le canzoni mi sono piaciute tutte (ha fatto Can’t help thinking about me e chi se l’aspettava!!) l’ho trovato in forma e l’unica cosa che mi dispiace è stata la la fine del concerto (piuttosto brusca!) è il taglio di capelli che non riesco proprio a mandare giù!
Ma per il resto è stato bellissimo ci tenevo così tanto a vederlo dopo aver perso un suo concerto due anni fa e questa occasione a sorpresa è stata proprio un bellissimo modo per finire il 1999!

ALEX E MORENA

Il concerto e’ stato davvero grande : gran voce, grande presenza scenica, grande band!!! E’ stato un po’ massacrante, eravamo in seconda fila, e gli spintoni non sono mancati, ma ne e’ valsa la pena! pollice verso per la sicurezza, che non e’ stata capace di organizzarsi per tempo, facendo cosi’ in modo che alle quattro del pomeriggio fossimo gia’ malamente stipati….che dire poi della loro gentilezza? Per il resto, tutto up! Buono il suono, la voce di David era fantastica (ASHES TO ASHES e SOMETHING IN THE AIR da brividi!!!), la sua mimica inconfondibile….peccato non abbia fatto WORD ON A WING ! Anche i pezzi nuovi sono stati arrangiati da paura …..David , e’ tempo di pubblicare un live!!!!!! Insomma, ma il super-performer che abbiamo visto ieri sul palco e’ lo stesso tranquillo gentleman che abbiamo incontrato davanti all’albergo? Ah, non ci crediamo ancora!!!

LUISA PASSONI

Che dire gente…è stato grande. Era il mio secondo concerto, ma il primo in cui sono riuscita a vederlo veramente bene (a Brescia non avevo visto quasi niente!). Sono riuscita a conquistare la prima fila, ma molto a destra (proprio davanti alle casse!), per cui lo vedevo bene se non si spostava indietro, mentre non vedevo quasi nessuno della band. Lui è stato grande come sempre, peccato avesse un po’ di influenza (come ha detto lui all’inizio) e infatti in alcune canzoni secondo me ha fatto un po’ fatica. Un po’ carente l’audio, secondo me, perché in certe canzoni non si sentiva quasi la musica (ma può darsi che questo dipenda dalla mia posizione davanti alle casse!!). Ha cantato più canzoni vecchie che nuove. All’inizio del concerto sembrava proprio di buon umore. Rideva tanto e scherzava con Gail e una delle due nuove coriste e chiaccherava col pubblico tra una canzone e l’altra. Verso la fine sembrava più affaticato, e ha fatto una canzone dopo l’altra senza molte pause. Al concerto c’era anche Morgan dei Blu Vertigo…… Il palco era a due metri circa dal pubblico, per cui David non poteva toccare le mani di quelli nelle prime file, però due o tre volte ha fatto
finta di voler scendere dal palco! Qualcuno gli ha gettato un capo di una sciarpa, e lui ha cantato l’inizio di una canzone (non mi ricordo quale) tenendo l’estremità che gli avevano gettato, mentre qualcuno nel pubblico teneva l’ altra…E’ stata una bellissima serata e spero che presto (prima del 2002!) si ripeta. Ieri era anche il mio compleanno, e penso sia stato un bel modo per festeggiare…..

DAVE PAX 

WOOOOOOOOOOOWWWWWW!!! NON CI CREDO ANCORA…E’ STATO TUTTO VERO O HO SOGNATO?!?!
Credo di essere il primo a scrivere dopo il concerto all’Alcatraz…ragazzi che roba…E MENO MALE CHE AVEVA L’INFLUENZA!!! Ha fatto le stesse identiche canzoni di Londra tranne Word On A Wing. Sarò anche stato nove ore fuori a congelarmi in piedi prima di entrare (chissà gli altri che erano già lì prima di me allora…), ma posso giurare che ne è valsa la pena. STAY DA URLO!!!!!!!!! E poi alla fine di tutto quando se ne stavano andando…Gail è salita su una macchinona, le ho fatto l’inchino mentre l’auto andava via in retro e lei sorridendo mi ha salutato!!!! NON CI CREDO!!! E poi David, sulla Mercedes, che mi è passato a mezzo metro…..E’ TROPPO PER UN MISERO MORTALE COME ME!!!!!!

SERENA 

…cmq c’ero il 4 ed ho letto tutti i vostri commenti con partecipazione! Quando ripenso a quella sera ripiombo in una sorta di estasi mistica!!!! Uno dei momenti che più mi era piaciuto è stato quando , mentre cantava seven, ha cantato quel verso “the gods forget they made me, so I forget them too…”guardando in alto a sinistra e facendo quel gesto di allontanamento con la mano… e poi all’inizio come sorrideva e si sbracciava per salutarci tutti, come un bambino tutto contento!
Una delle cose che continua ad affascinarmi di lui e questo suo modo di essere un minuto dolcissimo e profondo ed un attimo dopo sfoderarti uno sguardo terribile….

SERENA (GLAMIE)

…David Bowie ti mette le ali!!!!!!!!!altro che Red Bull!!!! è stato bellissimo rivederlo dopo circa 2 anni!!era il mio quinto live ma quando è entrato mi sono emozionata come la prima volta a Modena…ho pianto come una matta!ero la ragazza più felice della terra, perchè ero a pochi metri da lui (in terza fila) e mi ha pure salutata. eccezionale Drive in Saturday , veramente da brividi, e che dire della magica atmosfera che si è creata fin dall’inizio: come un ritrovo tra vecchi amici, ragazzi ci siamo davvero divertiti, non l’ho dimenticherò mai. sono contenta anche perchè per la prima volta ho condiviso l’emozione del concerto con voi del vg, eravamo un cuore solo che batteva ad ogni sua parola ad ogni suo gesto! mio Dio era così bello e dolce!! ti voglio bene David! Serena (glamie)

Condividi Bowie
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Iscriviti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments