Home / Testi e Traduzioni / Conversation Piece | Testo e Traduzione

Conversation Piece | Testo e Traduzione

CONVERSATION PIECE

(Bowie)

I took this walk to ease my mind
To find out what’s gnawing at me
Wouldn’t think, to look at me,
That I’ve spent a lot of time in education
It all seems so long ago
I’m a thinker, not a talker
I’ve no-one to talk to, anyway

I can’t see the road
for the rain in my eyes
Ahhh-huh, h…uh, huh

I live above the grocers store,
Owned by an Austrian
He often calls me down to eat
And he jokes about his broken English,
Tries to be a friend to me
But for all my years
of reading conversation 1
I stand without a word to say

I can’t see the bridge
For the rain in my eyes
Ahhh-huh, h…uh, huh

And the world is full of life
Full of folk who don’t know me
And they walk in twos or threes or more
While the light
that shines above the grocer’s store
Investigates my face so rudely
And my essays lying
scattered on the floor
Fulfill their needs just by being there
And my hands shake, my head hurts,
my voice sticks inside my throat
I’m invisible and dumb
No-one will recall me

And I can’t see the water
Through the tears in my ey-y-yes
Ahhh-huh, h…uh, huh

ARGOMENTO DI CONVERSAZIONE

(Bowie)

Ho fatto questa passeggiata per schiarirmi le idee
E scoprire cosa mi sta tormentando
A guardarmi non si direbbe
Che ho passato molto tempo a studiare
Sembra tutto così lontano nel tempo
Sono un pensatore, non un oratore
E comunque non ho nessuno con cui parlare

Non riesco a vedere la strada
per la pioggia nei miei occhi
Ahhh-huh, h…uh, huh

Vivo sopra il negozio di alimentari
Di proprietà di un austriaco
Spesso mi chiama di sotto per mangiare
E scherza del suo inglese sgrammaticato
Prova ad essermi amico
Ma nonostante tutti quegli anni
di esercizi a scuola 1
Me ne sto li senza niente da dire

Non riesco a vedere il ponte
Per la pioggia negli occhi
Ahhh-huh, h… uh,huh

E il mondo è pieno di vita
Pieno di gente che non mi conosce
Camminano in gruppi di due o tre o anche più
Mentre la luce
che brilla sopra il negozio di alimentari
Ispeziona il mio viso con insolenza
E le mie opere giacciono
sparpagliate sul pavimento
Soddisfano le loro necessità standosene lì
E mi tremano le mani, la testa mi fa male,
la voce mi resta incollata alla gola
Sono invisibile e muto
Nessuno mi ricordera’

E non riesco a vedere l’acqua
Attraverso le lacrime nei miei occhi
Ahhh-huh, h…uh, huh

Note:
1 Reading conversation sono degli esercizi che si fanno a scuola, si leggono dei brani e si commentano.

Questo brano del 1969 fu registrato agli Trident Studios ed è apparso come b-side del singolo The Prettiest Star. E’ stato incluso nel box Sound+Vision 1990 e  come bonus-track nella riedizione di Space Oddyty (2009). Una nuova versione registrata durante le sessions di Toy nel 2000 è presente nel secondo cd della limited edition di Heathen (2002).

Il titolo è palesemente sarcastico, in quanto la conversazione avviene solo nella testa del protagonista. Il brano verte sulle frustrazioni di un giovane professore che conduce una vita scialba e senza alcun riconoscimento: i suoi saggi sono in un cassetto, ha studiato molto ma non ha nessuno con cui fare conversazione. La disperazione, alla fine, suggerisce anche un tragico epilogo.

.

Condividi Bowie
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4
Lascia un commento

avatar
500
4 Discussione
0 Repliche alla discussione
0 Followers
 
Commento con più reazioni
Commento più hot
4 Autori di commenti
TeresaPaolo LittewonderGiusiMaura Moretti Autori di commenti recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Maura Moretti
Maura Moretti

Pezzo fantastico e molto poetico…..Starman…i miss you

Giusi
Giusi

Lo adoro e ogni volta che lo ascolto I can’t see the water
Through the tears in my eyes..
David I love you

Paolo Littewonder
Paolo Littewonder

Tra i migiori pezzi di Bowie…peccato poco apprezzato

Teresa
Teresa

Qui si capisce il tipo di carattere,schivo e solitario,almeno in questo periodo. Comunque la sua natura penso fosse questa anche nel momento di maggior successo